Come scegliere il velo da sposa

La scelta del velo è uno dei passi obbligati perché la sposa completi perfettamente l’outfit nuziale. Ma verso quale tipo di velo orientarsi, vista la notevole profusione di questi accessori così romantici?

Si deve partire con un’idea chiara: la regola dell’antitesi è quella che vale sempre: ovvero quanto l’abito sarà riccamente elaborato tanto il velo dovrà essere il più semplice possibile.

Au contraire, se l’abito da sposa si dimostra semplice, con pochi fronzoli (ma sempre di notevole effetto…) allora ci si può rivolgere verso un velo decisamente più lavorato, magari con ricami ed applicazioni di ineccepibile fattura.

Per esempio se il modello del vestito “eletto” è in seta o in raso, dalle linee diritte e pulite (magari anche una silhouette a sottoveste), allora il velo potra essere piuttosto incisivo, non solo di tulle e chiffon, ma anche di un pizzo sofisticato: l’effetto sarà esplosivo e sembrerà incorniciare la sposa di un’aura quasi sempiterna.

Se invece si è optato per un abito già in pizzo (od un ball gown dai volumi piuttosto autorevoli), il velo sarà semplice (chiffon o tulle che sia) dando l’impressione che l’impalpabilità di questo si fonda con l’estrosità del capo.

Per quanto riguarda la lunghezza del velo, questa dipende molto dal gradimento della futura sposa: la decisione di un velo lungo ricade soprattutto su colei che vuole riconfermare la tradizione e restare in un ambito raffinatamente classico.

Una sposa contemporanea, che cerchi di accentuare la modernità delle sue scelte, potrà prediligere un velo corto: chic, molto versatile e pratico, ma non per questo meno ricco di charme di uno dalla lunghezza estrema.

E, se si è alla ricerca di qualcosa che stupisca e che inneggi all’eleganza tipicamente retrò, allora non si può proprio evitare un’incantevole veletta: oltre ad un gusto vintage che ritorna prepotentemente in auge per il 2014, la sua è una caretteristica sexy e sbarazzina, ma che si combina ottimamente con l’eleganza e l’eventuale austerità di qualsiasi abito da sposa.

Ovviamente sia il velo che la veletta possono essere accantonati per rivolgersi verso deliziosi ed originali cappelli, e, poi, durante il ricevimento nuziale, possono essere sostituiti benissimo da graziosi cerchietti e diademi (e, per colei che cerca una semplice ricercatezza, un romantico fiore tra i capelli), proprio per rendere la sposa più libera nei movimenti.

Articoli correlati :

Richiedi appuntamento