Il turbante vintage : accessorio glam e chic per la sposa del 2017

Turbate o turbante? Sicuramente il secondo, care future spose, che si professa uno degli intriganti must have del prossimo 2017: dato il ritorno di successo di un tema wedding dedicato al vintage, non poteva mancare un simbolo di originale eleganza retrò.

Ricercando un quid esclusivo, il turbante, nella sua accezione più classica, propone la classe chic di una Hollywood d’annata per il 2017: ecco, perché, come lo stile asiatico insegna, si presenta in bianco e dalla semplice bellezza, avvolgendo la testa con un nodo centrale posto sulla fronte.

Allo stesso modo, il turbante classico si può arricchire di decorazioni ed inserti pregiati, come ricami in pizzo, strass, cristalli, perle, fiori e foglie dorate: in questo caso, proprio per i preziosi dettagli, l’outfit nuziale deve completarsi in un modo più sobrio, per non caricare il tutto.

Ancora, il turbante è un accessorio che dev’essere dello stesso tessuto e colore dell’abito da sposa: per un abbinamento totale, quest’ultimo può essere di varia natura, sebbene l’allure anni Cinquanta del primo si accompagna perfettamente a linee carezzevoli e morbide, magari in presenza di lunghe maniche ricamate in pizzo, tipiche del periodo.

Anche i seducenti tagli a sirena sono consigliati en pendant con il turbante, soprattutto se a cuffia: esso è il cosidetto velo a pirata, che, tempestato di ricami, strass o pietre, si conclude con un nodo posteriore, da cui, appunto, parte il velo nuziale classico.

Infine, un’altra tipologia romantica è il turbante a fascia, il quale si poggia sul capo e viene legato dietro alla testa: essendo più sottile rispetto al modello classico, la sua stessa coda può trasformarsi in un leggiadro velo da sposa.

Se vi sentite delle vere e proprie dive e volete far rivivere lo charme glamour della Hollywood anni Cinquanta, allora, carissime future spose, il turbante è l’accessorio perfetto per voi.

Richiedi appuntamento