La sposa Boho Chic del 2014

Per un 2014 all’insegna dei trend retrò in contrapposizione a quelli minimalisti, anche altre piccole (ma intriganti) realtà si stanno facendo largo ea attirando sempre maggiore interesse.

Oltre alla tendenza country chic, la sposa di quest’anno può definirsi perfino “Boho Chic”…

Con decise influenze vintage, clamorose incursioni nel mondo hippie anni Settanta ed una magica aura zingaresca, il “Boho Chic” è uno stile che si rifà all’aggettivo “bohemienne”.

Lo stesso termine “boheme” (con dolci rimembranze dell’opera lirica pucciniana), è il simbolo di un esclusivo connubio tra l’essenza femminile e la natura circostante: un’ode concettuale alla bellezza ed al piacere romanticamente edonistico.

Oltre all’ispirazione “bohemienne”, lo stile Boho Chic, può valorizzarsi anche nella definizione “Bobo Chic”, crasi delle parole “Boheme” e “Bourgeois”: una sintesi tra fascino estremo ed etica (umana, artistica, culturale od ecologia che sia…).

Dopo questa futile digressione, si può capire l’attrazione crescente per questo look fascinoso, ma sottolineato da principi, che tanto sta prendendo piede in questo 2014 (già precedentemente, il matrimonio di Kate Moss ne è stato fulgido esempio…).

Per entrare nei dettagli, la sposa “Boho Chic” è una sposa raffinata ed elegante, ma, nel contempo, easy, semplice e, perché no, unica.

La sposa “Boho Chic” non si veste di bianco, o meglio, non di bianco ottico in senso stretto: le sfumature avorio e champagne sono le più indicate (in omaggio alle tonalità della natura e della terra) e possono essere screziate da dettagli colorati, a seconda dell’età.

I tessuti “Boho Chic” per eccellenza sono pizzo e chiffon , che si prestano  benissimo per disegnare linee sinuose e morbide, le quali si allungano in gonne leggere  e svolazzanti, ma dai volumi non troppo ampi.

C’è una decisa preferenza per silhouettes fluenti, tipici dei modelli a peplo o stile impero, da cui orli, magari, spuntano sansali flat o, in curiosa alternativa, piedini nudi.

L’acconciatura “Boho Chic” è caratterialmente morbida (gel o lacche da bandire…), con una certa predominanza di romantiche trecce di lato o chignon spettinati.

La naturalezza e la semplicità sono caratteristiche basilari, tanto che  anche il make up ne risente dell’influenza: tinte soft e pastello sono da privilegiare per occhi e labbra.

Gli stessi accessori non devono essere troppo vistosi ed elaborati (monili o gioielli troppo luccicanti tendono a far storcere il naso..).

Guantini in pizzo ed orecchini “alla zingara” sono ideali per completare il look “Boho Chic” della sposa, rivelandola una figura di classe e principesca, ma dotata di quell’allure così romantica e naturale, da renderla perfettamente avvicinabile.

Articoli Correlati:

Richiedi appuntamento