Abiti da sposa e sneakers

In sneakers al proprio matrimonio? Le sneakers sotto l’abito da sposa? Detto così, potrebbe sembrare un paradosso oppure una goliardata dell’ultimo momento per stupire la dolce metà e gli invitati.

Sotto sotto, però, una risposta logica (ma anche no) la si può trovare: innanzitutto, la moda degli ultimi decenni (oltre a classificare gli archetipi del passato come vintage e riproporli), ci ha insegnato a stupire, tanto che, tra capi ed accessori classici e sobri, ha immesso e sfoggiato sempre qualcosa di originale.

Le sneakers in abito da sposa sono un concetto sdoganato di recente nell’ambito glamour del fashion bridal: da Karl Lagerfield di Chanel, per esempio, fino, poi, ad approdare alla settimana della moda parigina.

La scarpa di ginnastica abbinata all’abito da sposa, oltre ad essere un’innovativa curiosità, risponde alla necessità di praticità e comodità che non pare tanto accordarsi con lo stile (e lo stress) del giorno più bello.

Quando si pensa alle scarpe da sposa, subito si immaginano tacchi (medi o stiletto che siano) abbinati a modelli di decollete o sandali, resi romantici non solo nella forma, ma soprattutto nelle applicazioni: fiori, fiocchi e cristalli luccicanti a gogo.

Ovviamente, la gamma di scelta è molto ampia, per cui si può optare per un mood più delicato e sobrio, minimalista ed essenziale, crescendo via via in toni di punti luce, ricami e dettagli da trasformare la scarpa da sposa in una preziosa calzatura da principessa delle fiabe.

Naturalmente, la richiesta di comodità si traduce nell’impiego di modelli dal tacco basso o rasoterra, come le ballerine, che, negli ultimi anni, si sono meritatamente conquistate la loro fama di praticità legata al loro aspetto chic.

Le sneakers sono un elemento diverso, soprattutto in ambito bridal: decidere per indossarle ha un significato sì comodo e pratico, ma anche sportivo e indiscutibilmente anticonvenzionale.

Proprio questa loro originalità di pensiero e di imposizione le ha rese un soggetto ed accessorio importante anche per le passerelle bridal di questo 2014: a questo punto, infatti, ne sono nate diverse versioni, dalla più classica scarpa da ginnastica (bianca, argento, rosa o bicolor che sia…) a rivistazioni sempre più romantiche, brillanti, ricamate o caratterizzate da così tanti dettagli, che difficilmente possono passare inosservate (persino la zeppa, per colei che ricerca qualche centimetro in più).

Anche i materiali ed i tessuti si fanno più raffinati: laddove pelle, tela e gomma dettavano legge, raso e seta fanno il loro ingresso trionfale, regalando al tutto una presenza sempre più elegante ed importante.

La sposa del 2015, allora, passerà (in fatto di agio) dall’era delle ballerine a quella delle sneakers? Staremo a vedere, sebbene la tradizione è molto difficile da soppiantare (ed, oltre a questo, bisogna tener conto che, come per tutti gli accessori, anche indossare le sneakers può non essere facile come appare…).

Richiedi appuntamento