Outfit da cocktail : idee da indossare per lui

Parliamo di outfit da cocktail per lui: le domande sono tante, a partire da “le giacche obbligatorie?” o “Jeans e blazer sono accettabili ad oggi?” oppure “Sneackers sì o no?”.

La domanda su cosa indossare è una preoccupazione comune anche tra la popolazione maschile, soprattutto in un contesto che si ammanta di un glamour contemporaneo, ma che ha le sue radici in un secolo fa circa: l’abbigliamento da cocktail è diventato popolare negli anni Venti e Trenta, quando era comune nelle famiglie più ricche e alla moda godersi fumo e bevande prima della cena; all’epoca, eventi sociali, attività e occasioni ostentazionali richiedevano agli uomini di “cambiare” il loro look per essere vestiti in un modo diverso ed adeguato al contempo.

E così si formò una nuova tipologia di dress code, quella, appunto, dedicata all’outfit maschile da cocktail: in sostanza, è un aspetto semiformale, che colma il divario tra il look quotidiano, troppo casual, e l’abito da sera elegante, troppo importante.

In un contesto moderno, il codice di abbigliamento “tra le ore” si applica ai cocktail, ovviamente, ma anche a matrimoni, anniversari, festività formali di compleanno od eventi sportivi, soprattutto come le gare di rappresentanza: fondamentalmente, dove è necessaria, perciò, una certa raffinatezza, esclusiva ed estemporanea.

Ci si appella, comunuqe, ai dettami di un proprio stile, rivisitato per l’occasione:
– meglio scegliere un outfit su misura: lo smoking è troppo, ma un completo elegante è sempre un’ottima opzione;
– non oscurare l’ospite d’onore dell’evento, se c’è, lasciando colori brillanti ed accessori appariscenti a casa;
– aggiungere tocchi personali, ma con attenzione;
– non avere paura di porre domande: se non si è sicuri di ciò che è appropriato per un evento, chiedere delucidazioni agli ospiti dell’evento, per evitare confusioni e situazioni imbarazzanti.

Il completo su misura, poi, gioca a proprio favore, tenendo conto dei trend del momento: il nero è un evergreen ma ancora più contemporanei sono il navy e grigio: il grigio chiaro è per un evento estivo e confortevole, mentre il grigio scuro è più invernale e più sofisticato; si possono esplorare tonalità scure (visto l’orario) di bordeaux, verde oliva o kaki.

Anche le stampe sono un must, ma se non ci si sente a proprio agio, si può puntare benissimo su microfantasie senza tempo, mgari spiccanti su tessuti d’alta moda dalla consistenza pregiata.

Sì anche agli spezzati, ma i jeans sono da lasciare a casa, ideali per stare in compagnia con i propri amici.

Richiedi appuntamento