New York Bridal Show 2014 : Fall bridal collection di cui innamorarsi

New York si copre ancora di bianco (ed altre nuances…): infatti, in questo passato weekend di ottobre (sabato 11 e domenica 12), si è tenuta l’edizione 2014 del “New York Bridal Show”.

A differenza della settimana wedding di primavera, a quest’evento si vedono sfilare i marchi da sposa classici (e non solo, visto l’affluenza di un certo numero di brand italiani…) che tanto hanno fatto la fortuna della Bridal Week di quest’anno.

In questo caso, però, vengono presentate nuove creazioni Fall Winter 2015, ossia abiti da sposa per l’autunno 2015 e l’inverno 2016.

Per cui, ecco Monique Lhuillier deliziare ancora una volta con modelli da principessa, femminili e sognati, con quel giusto tocco glamour: la sua sposa, molto spesso, poi, sembra la graziosa ballerina del carillon.

Tocca a Reem Acra, con le sue creazioni spumeggianti, in cui si evidenzia la sontuosità dei ricami e gli abbinamenti a delicati accenni floreali e seducenti illusioni.

Elizabeth Fillmore, invece, punta su un’eleganza eterea, ma palpabile in tutto il suo essere.

Da Londra, Catherine Deane basa la sua collezione Fall sul romanticismo e sulla femminile esistenza, rendendo difficile non innamorarsi a prima vista dei suoi abiti da sposa.

Il ritorno incontrastato di Claire Pettibone: la sua nuova collezione 2015 è un tripudio di sfumature dall’oro all’avorio, dall’argento al celeste, in un fil rouge che si ispira al suo ultimo tour in Europa.

Si continua con un brand storico: Marchesa, il quale pone il suo sigillo su modelli nuziali romantici, i quali, in questo caso, si contraddistinguono per un mood molto più classico.

Al contrario, Delphine Manivet, regina del boho-vintage, gioca con linee più effervescenti, dando la sua personale interpretazione della tradizione nella moda bridal.

Il concetto di sposa-principessa è stato ampiamente declinato durante la kermesse, sia nelle sulle accezioni più riconoscibili e fiabesche (come nel caso di Oleg Cassini e Romona Keveza), più vintage (ancora ispirazione al “Grande Gatsby” per Johanna Johnson), più moderne (Dennis Basso for Kleinfeld’s) e più originali ed irriverente, secondo lo stile, rispettivamente, di Don O’Neill ed Houghton.

Rivelazione dell’intero evento, comunque, si conferma Alfred Angelo, con la sua intera collezione ispirata al mondo Disney (molto bello, ad esempio, il suo abito da sposa che ha come tema il lungometraggio animato “Frozen”).

Insomma, anche nella sua versione autunnale-invernale, la moda bridal di New York ci ha riservato incantevoli sorprese e splendidi abiti da sposa da ammirare.

 

 

Richiedi appuntamento