Le tendenze 2016 della lingerie da sposa

Anche l’intimo da sposa ha le sue tendenze, ma sempre nel rispetto di alcune logiche pratiche, eleganti e di buon gusto di cui spesso si è parlato.

Per il 2016, alcuni consigli rimangono immutati, come la lingerie che dev’essere un tocco di classe sulla pelle, senza lasciare inestetici segni e, cosa più importante, mantenere a proprio agio la futura sposa.

Per quanto riguarda la prova dell’abito da sposa, inoltre, il reggiseno è richiesto proprio per verificare la sua adattabilità al vestito dei sogni: e qui la scelta si fa ardua, con tantissimi modelli disponibili sul mercato.

Triangolare, balconcino, push up etc., c’è solo l’imbarazzo della scelta: ad esempio, un modello strapless (ma anche dalle spalline staccabili) è ideale per un abito dalle spalle scoperte e dallo scollo a cuore.

La stessa scollatura è evidenziata da un reggiseno a balconcino, magari con una leggera imbottitura, la quale, nelle ultime novità, è ottenuta da cuscinetti in gel, posizionati strategicamente.

Un profondo scollo B-side, poi è perfettamente adeguato con un modello dalla schiena scoperta, mentre la seducente trasparenza del pizzo, rende il reggiseno impalpabile, elegante e sensuale, ideale per ogni modello di abito da sposa.

Ma la bridal lingerie 2016 non è fatta solo di reggiseni: per quest’anno si riconferma la tradizione della giarrettiera con dettaglio blu portafortuna.

A questo proposito, si rispolverano guepiere e reggicalze, sexy ed maliziosi, sebbene non siano da indossare con vestiti troppo fascianti.

Slip, perizoma e culotte sono un evergreen dell’intimo sposa: la novità del 2016, comunque, sta nella loro versione modellante, proprio per ottenere una linea invidiabile, senza inutili costrizioni.

Ecco, quindi, culotte contenitive, body modellanti e corsetti vintage, i quali possono arricchirsi di femminili elementi floreali ed inserti in pizzo: e proprio il corsetto è ritornato in auge per la sua capacità di contenere pancia e fianchi, sostenendo e regalando una scollatura molto profonda.

I tessuti sono sempre un elogio di raffinata seduzione: leggiadri, leggeri ed evanescenti, in un trionfo, soprattutto, di candido bianco, che si abbina e “scompare” mimetizzandosi sotto l’abito da sposa, ricordando sempre la sofisticata sensualità che si sente ma non si deve vedere….

Richiedi appuntamento