La sposa digitale 2.0 secondo l’indagine di Martha’s Cottage

L’e-commerce di prodotti nuziali Martha’s Cottage ha condotto un’indagine tra le sue utenti, proprio per profilare quale sia l’identik della perfetta sposa digitale: il report si è svolto nel mese di aprile 2017, avendo come campione un database proprietario di 30.000 novelle spose; si tratta di un pubblico residente in Italia e prevalentemente femminile, a cui è stato inviato un questionario online ed al quale hanno risposto oltre il 90% dei clienti di Martha’s Cottage.

Il risultato finale vede, quindi, una sposa digitale giovane, istruita e che fa acquisti su web e-commerce più volte al mese: allo stesso tempo, preferisce organizzare personalmente il suo matrimonio, soprattutto cercando ispirazione su internet, con una certa predilezione per i social come Facebook e Instagram, su cui posta le immagini ed i selfie del suo giorno più bello.

L’indagine di Martha’s Cottage sottolinea anche la derivazione geografica della sposa digitale, che vive prevalentemente al Nord (43%), ha una laurea (50%) e utilizza abitualmente il web per i propri acquisti (85%).

Ancora, la sposa digitale desidera il rito religioso e location glam per il rinfresco (ville, castelli e borghi romantici sono sempre più richiesti, ma prevalentemente in modalità offline), preferende sposarsi in estate, ma mai ad agosto: giugno, luglio e settembre sono i mesi più gettonati (63%); il 56% inizia i preparativi da sei mesi ad un anno prima della fatidica data.

In merito al budget, la sposa digitale spende più di 20mila euro (per il 46% delle intervistate) per il proprio matrimonio: in alcuni casi (il 58%) si fa aiutare economicamente dai familiari per organizzarlo, ma preferisce organizzare il tutto in autonomia.

La sposa digitale è una ragazza od una donna dallo spirito determinato ed indipendente: per questo solo il 15% ha chiesto l’aiuto di un wedding planner, contro il 73% delle intervistate che hanno fatto tutto da sole, grazie soprattutto all’uso di web e social.

Quest’ultimi sono i canali più utilizzati (695) per trovare ispirazione e i fornitori giusti, tanto che il 44% delle intervistate ha dichiarato di avere acquistato online allestimenti ed accessori.

I social network, però, si rivelano i protagonisti del giorno più bello: il 91% delle spose dichiara di avere impiegato Facebook (84%) ed (15%) per il proprio matrimonio: circa il 79% degli sposi ha pubblicato le foto del grande giorno.

La sposa digitale conferma la propria propensione al “fai dal te” anche per la luna di miele: il 32% delle intervistate, oltre al proprio matrimonio, si dedica anche all’organizzazione del viaggio di nozze, utilizzando i siti di travelling.

Salvatore Cobuzio, CEO & fondatore di Martha’s Cottage, ha dichiarato: “Martha’s Cottage nasce per soddisfare un’esigenza specifica: aiutare i futuri sposi a rendere il proprio matrimonio indimenticabile. Oggi siamo l’e-commerce del wedding più grande d’Europa con un’offerta che va dal segnaposto alla ricerca dei fornitori città per città. Abbiamo realizzato questa indagine intervistando le nostre clienti e il dato principale che emerge è che oggi è possibile organizzare il giorno più bello della propria vita interamente su internet. Martha’s Cottage è già il punto di riferimento dei millennial wedding e, più semplicemente, di tutti quei futuri sposi che sono alla ricerca di idee e spunti originali per le loro nozze, ma attenti al proprio budget”.

Richiedi appuntamento