La scelta dei guanti da sposa per il 2014

Romantici, corti o lunghi che siano: i guanti da sposa evocano un aspetto molto poetico e sensuale della cerimonia nuziale, quando vengono dolcemente sfilati, al momento epico dello scambio degli anelli.

Di questi tempi presenti si è persa la tradizione del guanto come “barriera verginale” della futura sposa, così come non si rimembra quale promessa d’amore essi siano, se regalati da un uomo.

Attualmente si dimostrano un delizioso accessorio che completa il look nuziale, donandogli quel quid in più: in effetti si trovano guanti lunghi o corti, in seta, raso o pizzo, più o meno stravaganti, molto vintage o molto moderni…la scelta è piuttosto ampia.

Per la sposa del 2014, amante del retrò, non sono assolutamente un particolare su cui sorvolare, soprattutto tenendo conto della mise nuziale a cui corrispondono.

Uno dei consigli è cercare di intonarli all’abito da sposa indossato, senza esasperare il tutto con una moltitudine di gioielli al polso od al braccio: i guanti in raso bianchi (di qualunque lunghezza si stia parlando) sono un must minimalista e di classe molto gettonato e che non necessita di un accumulo seriale di monili.

Comunque, se si è rammaricate per la rinuncia a preziosi ornamenti, si può sempre optare per dei modelli più ricamati ed elaborati, dove non mancano fiocchi, perline od anche lucenti Swarovsky.

Nel presente contemporaneo si tende a scegliere guanti corti, maliziosi, piuttosto che più impegnativi, quali alcuni modelli lunghi fino al gomito: sensuali e molto raffinati.

I tessuti spaziano dalla lucidità della seta e del raso ad un pizzo e tulle molto seducenti, ideali per i mesi più caldi; nel periodo invernale, il freddo permette di indossarne anche in pelle od in maglia.

Per il vintage del 2014, inoltre, stanno ritornando in auge i guantini neri (soprattutto in pizzo), ottimi per la sposa che vuole un contrasto “strong” e “dark” con l’abito da sposa.

Se non ci si sente così audaci, ma si cerca una trasgressione più elegante, allora nuances pastello (sul rosa o sull’azzurro) si prestano benissimo ad un look più fresco e spiritoso.

E, se al momento dello scambio degli anelli, non si ha voglia di armeggiare trafelate per toglierli (quando provvisti di dita), i guanti trasparenti (magari finemente lavorati) sono la soluzione più idonea.

Detto tutto questo, alla futura sposa spetta il decisivo compito di scegliere….

Richiedi appuntamento