Elisabetta Polignano e l’ebook “Il mio abito da sposa” pronto a consigliare le future spose

Elisabetta Polignano incanta il mondo del wedding con le sue collezioni EP Elisabetta Polignano, Vision, Signature, Vittoria Sposa, Joie de Vivre e Privée, le quali hanno affascinato la platea di Sì SposaItalia con i nuovi abiti da sposa 2017.

Ma non finisce qui: la creativa ed eclettica stilista ha recentemente lanciato un suo ebook, intitolato “Il mio abito da sposa” (ricalcaldo il titolo della prima web wedding serie omonima), un vademecum ed un compendio di consigli della designer per la futura sposa.

In un contesto che vede periodicamente valide blogger pubblicare ebook in merito al giorno più bello, si contempla, in questo caso, l’esperienza su campo di Elisabetta Polignano, pronta a dispensare accurate perle di saggezza, acquisite in anni di sapiente lavorazione nel settore wedding.

In effetti, la preparazione del giorno del proprio matrimonio può risultare fonte di stress imperituro, causa miliardi di attività, oggetti, servizi etc. che si necessitano per un’organizzazione a dir poco perfetta.

E la futura sposa, per sopravvivere a tanto di tutto ciò, può aver bisgono di una mano, anche letteraria, in cui la stilista Elisabetta Polignano si trasforma in un valido aiuto ad hoc.

Ecco, allora, un interessante susseguirsi di consigli, da, naturalmente, la scelta dell’abito dei sogni fino alle fedi comprese, senza tralasciare nulla del giorno più bello, come make up, acconciatura, cerimonia e location nuziale, lista di nozze e così via.

L’ebook realizzato da Elisabetta Polignano, infine, comincia con un monito prezioso, ossia mai stravolgere la propria immagine per trovare l’abito da sposa ideale, omaggiando fieramente la figura con i modelli ed i tagli che maggiormente la valorizzano.

E, quindi, pensare agli accessori: dal velo da sposa (corto per un vestito ampio e vaporoso, semplice per un abito riccamente elaborato) alle scarpe (sempre intonate al colore della creazione nuziale e sempre con il tacco, da 3 a 10 centimetri, a seconda, ma mai ballerine) al bouquet da sposa (realizzato secondo la propria personalità, non esagerato e portato rigorosamente nella mano sinistra).

Non resta che augurarvi buona lettura, care future spose…

Richiedi appuntamento