Abiti da sposa colorati tra cerimonia e location di nozze

Per una moda bridal 2016 all’insegna del colore, quest’ultimo sembra essersi conquistato un proprio dress code anche in relazione alla cerimonia ed alla location di nozze prescelte.

Insomma, ad ogni cerimonia la sua tonalità, proprio nel caso si voglia sfoggiare la personalità di nuances diverse dall’eburnea tradizione dell’abito da sposa candido.

Comunque, il famigerato bon ton del colore prevede un vestito da sposa dalle originali cromie soprattutto per la sera, con indicati i toni pastello.

Dettagli etnici e dall’allure incontrastata si sposano benissimo con location e cerimonie esotiche, magari dalle lunghe distese sabbiose…

Un matrimonio in chiesa, poi, esprime uno stile classico all’ennesima potenza (con le giuste eccezioni a confermare la regola…), in cui l’abito da sposa deve essere bianco oppure nelle sue declinazioni avorio, champagne, beige od ecrù.

Al contrario, per una cerimonia civile in Comune, si può osare con toni più aperti, vivaci ed intensi, partendo da dolci sfumature pastello in rosa, verde, giallo o turchese e finendo a brillanti bluette ed ottanio.

Infine, se si ricerca la luce, l’abito da sposa in Comune può presentare luminose cromie in bronzo, oro od argento.

Ora, questi consigli valgano come amene curiosità nell’ambito wedding, senza precludere alle future spose il desiderio di indossare un vestito da sposa colorato, qualunque sia la cerimonia, la location od il tema nuziale: il giorno più bello deve essere un piacere indimenticabile, senza codici restrittivi a rovinare la magia del momento.

Richiedi appuntamento