Carla Gozzi ed i suoi consigli in fatto di dress code nuziale

Non potevano mancare gli accattivanti consigli, in fatto di moda nuziale e di matrimonio, dispensati dalla famosa style coach Carla Gozzi.

Dall’incredibile successo del format di Real Time “Ma come ti vesti?”, la splendida Carla ha messo la sua importante esperienza al servizio della causa dell’eleganza, tanto che, nel 2010, ha aperto la sua Carla’s Academy.

In merito al wedding dress code, quindi, ha espresso la sua opinione rispetto a canoni tradizionali ed ultime tendenze che caratterizzano il mondo di matrimoni, in presenza di una cerimonia nuziale sia religiosa sia civile.

Ispirandosi ad un raffinato connubio di classico e moderno, Carla è categorica: nel giorno più bello, un po’ di tacco è d’obbligo per un portamento sofisticato, anche se la propria dolce metà non è altissima.

La style coach, poi, ha evidenziato la necessaria presenza di uno strascico lungo con un abito da sposa corto e, con un occhio di riguardo ai trend più glamour, i colori del vestito dei sogni che vanno dal bianco candido, naturalmente, a quello perla oppure magnolia, al massimo.

E per le acconciature da sposa? Ora sono di moda pettinature asimmetriche, i cui i capelli, in parte raccolti ed in parte sciolti, si arricchiscono di un mood romantico anni Sessanta, in presenza di un bocciolo fresco appuntato alla chioma.

Anche lo sposo è stato, ovviamente, al centro dei consigli di Carla, la quale ha optato per un dress code legato alla tradizione, raccomandando scale di grigio, mai il nero, e “…tight con code il mattino, senza di pomeriggio e smoking la sera; bene guanti con bastone e cilindro…”.

Per invitate e testimoni, quindi, vige il buon gusto, con divieto totale di rosso, “…”scollature provocanti, abiti troppo corti, accessori che tintinnino, tacco a zeppa…”.

Infine, un consiglio ben sottolineato dalla bella e brava Carla: in caso di rottura del fidanzamento, “l’anello di diamante va restituito”.

Più chiaro di così!

Richiedi appuntamento