Le tendenze must have per i matrimoni 2018

I trend nuziali del 2018 sono qualcosa che migliaia di coppie stanno seguendo per assicurarsi il loro giorno speciale ed il loro “Felici per Sempre”.

Da dove partire, quindi?

Per quanto riguarda la location ed il suo allestimento, le luci diventano un punto focale: dal loro mood più fiabesco ad uno sicuramente più industrial e minimal, per un luminoso bagno di luce calda, dall’aspetto molto urban.

Un tocco più da favola, però, vienne dato da altri dettagli, come i cerchi, per rendere la location splendidamente moderno e romantica: ad esempio, cerchi in legno possono essere ornati da foglie e rami e sospesi al soffitto, come un lampadario botanico.

Voglia di più luce? Le lettere al neon aggiungono un tocco di kitsch all’arredo di nozze, senza contare personalizzazioni uniche e curiose.

Le composizioni di fiori freschi rimangono in pole, ma i fiori di carta si rivelano un must originale per il 2018, giocando tanto come centro tavola quanto bouquet: inoltre i matrimoni del prossimo anno sono decisamente “stellari”, proprio perché le stelle sono l’elemento di design più gettonato.

Il catering diventa sempre più creativo, un approvigionamento di nozze divertente ed insolito, non fatto solo di tradizione ma anche di sperimentazione: ad esempio, invece di una grande torta nuziale, le coppie possono assaporare unaserie di piccoli dolci dai diversi sapori, dai cupcake ai brownies etc.

La tendenza di nozze rustic chic, poi, sta diventando sempre più popolare ed è così carina mentre offre quel tocco personale al tutto, come per gli inviti, i segnaposto e così via: rami di ulivi e piante di agrumi, quindi, faranno il resto.

Infine, il metallo must have del 2018 rimane il rame, seguito a ruota dal prezioso oro rosa, perfetto sia per anelli di fidanzamento, fedi ed orologi da cerimonia.

Perché non sottovalutare i matrimoni d’autunno e d’inverno ?

Si sa, i periodi preferiti per festeggiare il giorno più bello sono le belle giornate di primavera, con i primi caldi, e l’estate, con il suo sontuoso bouquet di colori “infuocati”.

Ma i matrimoni invernali sono sottovalutati, con il probabile freddo che si combatte facilmente con un outfit adeguato, ad esempio: per il 2018, le maison, come visto in precedenza, puntano su coprispalle, cappe e mantelle dallo stile romanticamanete accattivante, per una mise bridal impossibile da dimenticare.

Senza contare la possibilità di giocare e mixare gli accessori da sposa con combinazioni a dir poco interessanti: manicotti, guanti e maniche lunghe finemente ricamate (e, magari, removibili) creano un look perfetto ed unico per i primi freddi, nonchè per le candide nevicate del periodo.

I periodi autunnlli ed invernali, poi, sono semplicemente ideali per l’illuminazione soft, che rende ogni scatto lussureggiante: allo stesso tempo, le location di nozze ideali si moltiplicano, grazie ad una maggiore disponibilità di luoghi, fotografi e scelte di ristorazione, rispetto ai periodi precedenti.

Inoltre, i colori si fanno decisamente accesi durante l’autunno, declinandosi in luminosi e scintillanti bagliori bianchi ed argentei verso l’inverno, senza dimenticare le lussuose nuance dorate ed i passionali rossi che allietano le feste natalizie.

Ecco perché i matrimoni d’autunno e d’inverno non sono da sottovalutare, anzi: chi non ama l’idea di un fuoco scoppiettante, di pasti luculliani e caldo vino rosso speziato, per festeggiare tutti in compagnia il lieto evento e la felicità dei novelli sposi?

Come sposarsi a Las Vegas

Las Vegas non ha certo bisogno di presentazione: città americana dello stato del Nevada è estremamente famosa per i divertimenti estrosi e sfavillanti dei suoi casinò.

Ma, allo stesso tempo, è sicuramente celebre per quella sua curiosa caratteristica “nuziale”, ossia la possibilità di sposarsi in poche ore grazie alla presenza di numerose chapel.

Quest’ultime sembrano, anzi, ripoducono cappelle religiose con tanto di officiante per celebrare le nozze: egli può essere tanto una figura religiosa quanto una più estrosa, come il caso di una delle cappelle più celebri, la Graceland Chapel, in cui il celebrante è un sosia di Elvis Presley che, durante la funzione, canta le canzoni del re del rock; si ricordi che, anche se l’officiante è vestito in abito talare, è, comunque, un matrimonio con rito civile.

E’ un business importante, per Las Vegas, quello dei matrimoni ed è per questo che l’offerta e ele soluzioni per i futuri sposi sono moltissime, dall’intima cappella a basso costo al matrimonio in grande nei lussuosi hotel della città: ad esempio, il Caesars Palace con le sue prestigiose sale e gli immensi giardini, include anche la luna di miele.

Per i costi, si va, quindi, da circa 200-500 dollari della piccola cappella ai 4.000 dollari (a partire da circa 600 dollari) dei famosi alberghi: naturalmente, i costi variano a seconda di immancabili elementi come gli abiti nuziali, le decorazioni, le composizioni floreali etc.; inoltre, alcuni pacchetti possono fornire anche i testimoni, che sono indispensabili se gli sposi viaggiano da soli.

Ma come, effettivamente funzionano le pratiche inerenti al amtrimonio a Las Vegas e come lo si trascrive in Italia?

Chi vuole sposarsi a Las Vegas deve richiedere la licenza di matrimonio presso il Marriage Licence Bureau, che è un ufficio disponibile 24 ore su 24 e aperto tutti i giorni (addirittura dal venerdì alla domenica, proprio per la forte richiesta durante i weekend).

Per avere la licenza, si compilano dei moduli prestampati, con i propri dati anagrafici, recapiti e l’indicazione di eventuali precedenti vincoli matrimoniali, con relativa data di divorzio, ai fini della validità: l’unico documento richiesto è il passaporto in corso di validità, affinché l’ufficio possa verificare la corrispondenza e correttezza dei dati inseriti.

Una volta ottenuta la licenza di matrimonio, i futuri sposi (o chi per essi) devono prenotare il luogo in cui desiderano sia svolta la celebrazione, chapel o hotel che sia.

Il matrimonio celebrato a Las Vegas, se contratto nella piena libertà dei coniugi, senza alcuna costrizione e senza violazione del codice civile, è completamente valido anche in Italia

Recenti sentenze ne hanno affermato la validità in territorio italiano, sebbene si consigli, comunque, di provvedere, una volta rientrati dal viaggio, alla trascrizione presso l’Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza, portando con sé l’originale del certificato di matrimonio.

Un matrimonio in stile boho

Che cosa significa bohemien per il giorno più bello? Uno stile boho potrebbe descriversi come un’allure libera e semplice, dai tratti non convenzionali, uno stile che è legato alle arti, alla spiritualità e al romanticismo.

Per questo, un matrimonio boho può essere un interessante mix di pezzi chiave per creare quel tocco speciale bohemien che è riconosciuto in tutto il mondo.

L’impostazione di un matrimonio boho è di solito all’aperto, sia per la cerimonia sia per il ricevimento, il quale promette un dopo-party assolutamente rilassante.

Gli arrangiamenti floreali, poi, sono un fattore chiave di questo stile: maxi composizioni di fiori selvatici che esprimono un aspetto naturale ed arioso sono essenziali, mentre il bouquet da sposa può avere, al contrario, toni freschi e delicati, con abbondanza di verde oppure di petali colorati dalle nuance brillanti; entrambe le opzioni sono eccellenti per un matrimonio bohemien, in un trionfo di rose, peonie e dalie.

Le sfumature boho, anche a seconda delle esigenze dei futuri sposi, propongono schemi in rosa, rosso, arancio, verde, verde menta e rosa pesca, che ricordano, appunto, le decorazioni floreali.

L’abito di nozze è di solito morbido e scivolato con varie opzioni disponibili sia per la sposa sia per lo sposo: non esiste uno stile rigoroso per lo sposo, ma nemmeno per la sposa, in verità, sebbene un modello in pizzo sia molto apprezzato.

Alcuni abiti possono essere estremamente dettagliati, altri avere un design semplice, altri ancora con maniche lunghe oppure senza maniche; idoneo può essere anche un ball gown, basta che rispecchi i propri desideri.

Il velo da sposa dipende dai gusti e dalla necessità stilistica, anche se moltissime spose boho prediligono l’opzione di una romantica coroncina di fiori tra i capelli, per una perfetta ninfa dei boschi.

Decorare la location di nozze in stile boho, poi, richiede un che di fiabesco, giocando con le luci soprattutto, candele in primis: l’illuminazione è un modo sicuro di aggiungere il romanticismo e l’atmosfera giusta alla serata di nozze.

Le tavole possono essere decorate con runner di pizzo, candele, piccole composizioni floreali colorate di fiori e foglie verdi, facendo attenzione al tema scelto, tra aggiungere sfumature calde e diverse oppure preferire toni pastello freddi.

La torta nuziale boho per eccellenza è la naked cake, anche se le varianti in merito permettano benissimo eleganza semplice dalle decorazioni floreali su più piani.

Un gruppo scelto di uomini giapponesi “sposano” personaggi anime in una cerimonia di nozze VR

Il Giappone è un posto estremamente normale per la vita quotidiana, ma per qualche ragione le norme sociali della cultura sono, per così dire, notevolmente elastiche: ecco, allora, che la realtà virtuale gioca un ruolo principale in una recente campagna di marketing per il prossimo sequel della serie sim Niizuma Lovely x Cation.

La trovata pubblicitaria, infatti, ha visto il matrimonio non legale tra un numero di uomini e le loro fidanzate virtuali, che interagiscono attraverso un auricolare HTC Vive.

Sviluppato dallo studio giapponese Hibiki Works, Niizuma Lovely x Cation permette di simulare la creazione di una relazione con una ragazza anime: mentre può sembrare ridicolo a qualcuno, il genere di simulazione sim ha un seguito serio in Giappone e la sua estensione in VR è solo logica.

Tra il 28 aprile e il 28 maggio, Hibiki Works ha iniziato a raccogliere applicazioni base dei giocatori per vedere chi avrebbe potuto sposare una delle tre spose brillanti: Yuki Isurugi, Aiko Kurihara e Nono Naruse; il 12 giugno i fortunati sposi hanno ricevuto una e-mail su come vestirsi e cosa portare per la loro grande giornata.

Alla presenza di un vero sacerdote, gli uomini scelti si sono uniti in matrimonio all’anime, il 30 giugno scorso: le nozze sono state celebrate privatamente, con una cerimonia della durata di 5 minuti l’una, naturalmente sigillate da un bacio virtuale.

Moda uomo fall Winter 2017 : i colori Pantone per l’uomo di questo inverno 2017 – 2018

Il greenery è il colore Pantone 2017, of course: ma la morbida e chiara sfumatura di verde non è la sola nuance trendy del momento, soprattuto per quanto riguarda la moda uomo, in particolare modo per i mesi più freddi a seguire di quest’anno.

Il colore Pantone uomo Fall Winter 2017 più neutro è sicuramente il Neutral Grey: è una tonalità versatile, che si può abbinare facilmente ed è particolarmente adatto per gli abiti più formali; a tale proposito, vi è anche il Navy Peony, una variante di blu molto scuro, semplicemente perfetto per outfit in velluto e jacquard.

Allo stesso modo, si evidenziano sia tinte più strong sia più soft, come il rosso deciso Grenadine oppure la nuance Tawny Port, un bordeaux molto scuro; seguono il Butterum, (un camel dall’effetto biscotto), l’Autum Maple (un tono che rimembra il colore delle foglie secche), i verdi Golden Lime e Shaded Spruce, l’azzurro Marina e il rosa Ballet Slipper.

Le sfumature più nude e delicate sono rappresentate dal Copper Tan, una nuance beige albicocca, il Toast (effetto biscotto), l’Otter (color fango molto scuro), il Lemon Curry (giallo scuro) e il Golden Olive (verde acido).

Nel merito dei colori Pantone, ancora, la moda uomo di questo inverno può sfoggiare varianti per il look quotidiano, come il rosso Flame Scarlet, il viola Royal Lilac, il rosa Primrose Pink e l’azzurro cielo Blue Bell.

Wedding Tourism in Italia : i dati statistici del 2015

Gli sposi stranieri adorano coronare il loro sogno ed il loro giorno più bello nel Bel Paese: ora si hanno alla mano le statistiche relative al 2015, che confermano questa tendenza che ha preso il nome di “wedding tourism”.

Secondo una ricerca del Centro studi turistici -Cst di Firenze (e riportata da Il Sole 24 Ore), è un business dai risvolti interessanti: si conta un impatto turistico incrementale, che, già nel 2015, ha generato 333mila arrivi ed oltre un milione di presenze, con una media di 47 invitati ciascuno.

Gli eventi del 2015 sono stati conteggiati in 7.043, per una media di spesa (tra location da favola, wedding planner, floral designer, fotografi etc.) che sfiora i 54mila euro ed un fatturato stimato di 380.3 milioni di euro.

Il wedding tourism si sta rivelando un “tesoretto”, quindi, tanto per il settore nuziale italiano quanto per quello turistico: sembra, poi, che la meta privilegiata sia la Toscana, mentre la cerimonia scelta si divide quasi equamente tra rito religioso (34,4%), civile (33,0%) e simbolico (32,6%).

In merito, il Cst ha silato la lista percentuale degli sposi stranieri e del loro Paese di origine, tanto che si hanno Regno Unito e Stati Uniti in testa (con, rispettivamente, il 26,4% ed il 20,7%), seguiti a distanza da Australia (8,4%), Irlanda (5,4%), Germania (4,9%), Canada (4,6%), Russia (3,3%), Francia (3%), Brasile (2,4%), e Svizzera (1,9%).

Il giorno più bello : la parola all’esperto wedding planner e organizzatore di eventi Vinicio Mascarello

Un matrimonio è prima di tutto un atto d’amore. E il giorno delle nozze dovrà rappresentare questo concetto. I protagonisti sono gli sposi e il loro futuro insieme.

“Per questo credo sia molto importante capire bene la psicologia e la mentalità della coppia per poter organizzare con loro e attraverso di loro un momento che sia di festa e di celebrazione insieme.” Così Vinicio Mascarello, esperto wedding planner e organizzatore di eventi, si esprime sul rito matrimoniale. “La cerimonia non deve essere solamente un atto pubblico, in cui gli ospiti sono invitati a prendere atto dell’unione e a festeggiarla – continua – ma deve comunque poter rimanere un momento di profonda intimità emotiva e spirituale nel quale i due promessi entrano in sintonia l’uno con l’altra, esprimendo così la loro gioia e la loro commozione.”

La bravura di chi organizza le nozze sarà dunque nel ricercare una formula che sia studiata su misura sulle esigenze degli sposi. Sposi che non verranno mai lasciati sullo sfondo organizzativo, ma coinvolti in modo tale da contribuire in modo formale e concreto con la realizzazione della propria festa di nozze.

“Importante è pianificare con i diretti interessati un percorso che porterà alle nozze senza affanni – afferma Mascarello – ma con gioia e serenità, sentimenti che potranno poi esprimersi liberamente nel corso del giorno del matrimonio insieme alla giusta dose di commozione.”

Importante è anche il look dei due protagonisti principali, ma solo nell’ottica di una eleganza personale e personalizzata che faccia stare bene chi la indossa. “Non è necessario – prosegue – un abito griffato o alla moda, l’importante è capire quale è il capo che sta meglio e cosa fa stare a proprio agio in un giorno così particolare, riflettendo personalità e carattere di chi lo indossa.”

Abiti lunghi in pizzo di stile ‘900, maniche che lasciano intravvedere le spalle, colori cipriati come il rosa o l’azzurro polvere, uniti a chiffon e taffetas sono esempi di stili per le spose 2017: tendenze e consigli per una scelta fresca e moderna. Ma non è tutto.

“In una festa, che sia di nozze o di compleanno – ricorda Mascarello – sono sempre i dettagli che fanno la differenza. L’attenzione per i particolari consente di esaltare l’insieme. “ La giusta atmosfera è resa tale anche dalla scelta della location, dalle disposizioni floreali, dalla musica e dal catering: il coordinamento diventa quindi necessario per armonizzare il tutto e dare alla festa quel carattere gioioso e speciale che diventerà davvero unico.

L’atelier Look Sposa vince il premio ZIWA – Zankyou International Wedding Awards 2017

Siamo orgogliosi di annunciarvi che… siamo vincitori degli Zankyou International Wedding Awards del 2017!

Questo premio ci è stato assegnato in quanto uno dei migliori professionisti nel settore matrimonio per il 2017, proprio per quanto riguarda la categoria “Abiti da Sposa”.

Volevamo ringraziarvi per il vostro appoggio e la vostra fiducia! Continueremo a lavorare con passione per offrirvi sempre il meglio.

Gli ZIWA sono i premi internazionali più importanti del settore matrimonio: consistono nel riconoscimento del proprio lavoro, della propria qualità e professionalità da parte delle altre aziende che operano nel settore matrimonio e da migliaia di sposi, che hanno il compito di scegliere i vincitori, riconosciuti come i migliori esperti nel settore wedding del mondo.

I premiati vengono scelti da professionisti qualificati del settore, ma il voto degli sposi è essenziale: la loro esperienza ci aiuta a sapere quali sono i migliori fornitori.

GRAZIE A TUTTI !!!

Festa della Donna 2017

A tutte le nostre spose,

BUON 8 MARZO 2017

Richiedi appuntamento