Arte sartoriale e pasticcera per l’evento “Petals Happy Hour” di Delsa

Con la presentazione delle sue nuove collezioni per il 2017 (Delsa Couture, Perle, Maria Cristina e Jean Le Roi), lo scorso maggio (in concomitanza con l’edizione 2016 di Sì SposaItalia) ha visto Delsa con il suo evento “Petals Happy Hour”, presso Palazzo Giureconsulti a Milano.

Oltre ai nuovi splendidi abiti da sposa, la kermesse ha riportato un interessante modo di vedere la moda bridal, creando un gustoso connubio tra creazioni nuziali ed arte pasticcera.

Infatti, l’evento ha contemplato la presenza del mastro pasticcere Roberto Cantolacqua, che, in una fusione tutta marchigiana, ha posto una ghiotta correlazione tra pasticceria e sartorialità.

Cantolacqua è noto al grande pubblico per la sua partecipazione alla prima edizione del programma di RaiDue, “Il più grande pasticcere”: ma la sua maestria artistica sta nell'”addolcire” qualsiasi oggetto reale.

E l’abito da sposa non è stato da meno, in quanto egli stesso ha impreziosito il suddetto vestito nuziale con macarons e fiori di zucchero, in omaggio al tema floreale “Petali” delle nuove collezioni Delsa 2017.

Abito sposa pasticceria Roberto Cantolacqua collezioni 2017 Delsa1

Abito sposa pasticceria Roberto Cantolacqua collezioni 2017 Delsa

Delsa Creazioni: Maria Cristina Craglia nominata Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana

Lo scorso aprile 2015, l’atelier di abiti da sposa Delsa Creazioni si è distinto per una gradita notizia, nonché meritata onorificenza.

Infatti, Maria Cristina Craglia, fondatrice e presidentessa di Delsa srl, è stata insignita del titolo “Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

E’ un traguardo ed una menzione che conferma il talento, l’attitudine, la passione, la dedizione e l’impegno che Maria Cristina Craglia ha immesso nel suo lavoro e nelle sue collezioni bridal di ammirevole pregio.

Molto interessante, poi, l’intervista che Video Tolentino le ha dedicato in merito al riconoscimento ufficiale: in esso, il neo Commendatore Maria Cristina Craglia racconta passaggi fondamentali della sua storia di vita vissuta, nel mondo degli abiti da sposa…

La favola romantica di un ball gown in pizzo dalla collezione 2015 Perle by Delsa

Perle by Delsa propone questo delicato abito da sposa, memore di una collezione 2015 elegante e romantica.

Un trionfo di panna ed oro dà vita ad un volume ampio e vaporoso, una deliziosa stratificazione di tulle impalpabile che caratterizza la soffice essenza della gonna, ricoperta, a sua volta, di pizzo prezioso.

Un motivo poetico e floreale che è ripreso dal corpettp, la cui dolce scollature a cuore è velata raffinatamente dalla diafana avvenenza del pizzo in questione.

Quest’ultimo, infine, trova continuità lungo la schiena, in una seducente trasparenza artistica, che ne mette in luce la linea sensuale e che si conclude in un fiocco molto femminile.

E’ decisamente un ball gown romantico, un lirico estratto di favola firmato Perle by Delsa.

Uno stile moderno e romantico per l’abito da sposa ball gown in seta mikado di Delsa Couture

In questo abito da sposa di Delsa Couture si può ammirare la sontuosa lavorazione di un tessuto pregiato come il mikado di seta ed il cui risultato è un’armoniosa ed elegante creazione nuziale.

Un modello da principessa in lungo che sfrutta nel migliore dei modi la caratteristica a pannello del materiale, crando un effetto regale e cangiante ad ogni movimento della sposa.

Un corpetto squadrato dalle spalline rettangolari gioca con geometrie ben definite, contemplando linee diritte che si dilettano con una sorta di drappeggio minimalista all’altezza del decollete.

La cintura ricamataa tono su tono, poi, è perfetta per evidenziare l’aderenza del corpetto ed il punto vita, allargandosi, quindi, verso una splendida ed ampia gonna dai riflessi candidi ed iridescenti.

Ma la particolare peculiarità di questo abito da sposa sta nella schiena, dove un’intrigante apertura, lasciante la seducente curva in mostra, è abbinata con sapienza ad un romantico dettaglio a fiocco: un simil chiusura che si coordina ai bottoncini della cintura, sulla sua parte inferiore.

E da qui, infine, si dipano i suadenti drappeggi della gonna, in un eleganza scintillante che conferma l’eburneo romanticismo della seta mikado.

Un abito da sposa accattivante come pochi, un modello nuziale che rispecchia uno stile moderno, maestoso ed essenziale nello stesso tempo, senza dimenticarne il mood principesco che si può desiderare nel giorno più bello.

Velo da sposa a bandana o da pirata : la soluzione glamour di Delsa Couture 2015

Il predominio del velo da sposa su tutti gli accessori bridal non si mette in discussione neanche per l’anno venturo: così, tra la romantica magnificenza di un’imponente velo, la sua pratica lunghezza media e la sua sbarazzina versione in corto, si stagliano soluzioni originali e decisamente glamour.

Per un’acconciatura da sposa chic, il velo può diventare un prezioso alleato, soprattutto nel caso venga impiegato come eclettico copricato, anche dalla forma a bandana.

Un esempio esplicativo ci viene dalla collezione 2015 Delsa Couture: innanzitutto si ammira un abito da sposa romantico nel suo corpetto a vita bassa, che dolcemente si apre in una rigogliosa ed ampia gonna di tulle.

I ricami in bianco tono su tono sono splendidi, abbinati ad una schiena ad illusione, velata come l’intrigante scollatura a V del decollete.

L’elegante lavorazione ricamata del pizzo, poi, è perfetta per richiamare un’acconciatura raccolta (od una chioma di capelli corti…) sottolineata da un velo da sposa avvolto ad arte.

L’effetto è raffinato e squisito, con quel suo temperamento moderno che non esime da ricordare tempi passati e pettinature retrò, in un affascinate mix vintage, che parte dagli Anni Ruggenti e finisce nell’eterea essenza bohemien dello stile hippie 1970….

E per non farci mancare nulla, l’outfit nuziale di Delsa Couture 2015 è l’affascinante dimostrazione (e rivisitazione) del velo a pirata, morbido e lungo raccolto attorno al capo (e che talvolta si rifà alla tradizionale mantilla spagnola…).

Future sposine, a voi l’ardua sentenza, ma che voi vi sentiate Anni Trenta o Settanta oppure piratesse in erba, la moda di raccogliere il velo così è decisamente di tendenza anche per il vicinissimo 2015.

La “corta” tendenza degli abiti da sposa 2015

Quando si pensa ad un abito da sposa corto lo si riconduce ad un’idea wedding fresca e sbarazzina, pronta a conquistare una nicchia di mercato ben definita e gustosamente attratta da queste creazioni.

Insomma, talvolta viene erroneamente percepito come l’esatta antitesi dell’outfit nuziale per eccellenza: candido modello in lungo, con una decisa propensione alla voluminosa ampiezza, tipica di un vestito da principessa.

Per fortuna, lo stesso settore wedding ha riscontrato una diversa predisposizione a queste impressioni, osservando la continua crescita dell’intrigante fascinazione all’abito da sposa corto (gran parte del successo, a buon rendere, sta nel connubio tra moderno e classico insito in esso…).

Ecco, allora, che il 2015 propone diversi modelli dal mood sicuramente glamour, ma con una marcia di classe in più: per esempio, è il caso dell’abito da sposa Cayrol realizzato da Pronuptia.

Chi ha detto che una silhouette corta non possa essere molto più che perfetta per matrimoni formali? Infatti, Cayrol si rifà alla distinta eleganza di quell’icona di stile qual era Jackie Kennedy: completamente in prezioso mikado di seta, si caratterizza per un’accattivante lunghezza sopra il ginocchio, le raffinate maniche a tre quarti ed un delizioso scollo a barchetta, in cui scintilla il tocco chic di strass e perle.

Il 2015, comunque, delinea ancora un tenero lirismo di questi abiti da sposa corti: resta, appunto, una certa predilizione per la scollatura a cuore e, con un salto nel mondo vintage, di una gonna ampia ed a ruota.

Ma sono soprattutto le eccezioni che stanno convincendo una sempre maggiore fetta di ammiratrici: l’anno venturo, in effetti, si diletta moltissimo con le asimmetrie, dove si ha un davanti corto ed un dietro lungo a mo’ di romantico strascico.

Ad esempio, è il caso di Delsa Couture, con un dolce modello total white di pizzo ricamato, dal corpetto luccicante di cristalli e dalla gonna in tulle, vaporosa come il tutu di una ballerina e sottolineata da questo eccitante gioco di lunghezze.

Lo stesso dicasi per l’abito da sposa Austria di Emé di Emé, giovane marchio spumeggiante di Atelier Aimée: qui la gonna asimmetrica è un poetico tripudio di balze e sovrapposizioni, tanto da assomigliare alla delicata corolla di un fiore.

Interessante novità nel campo “corto” degli abiti da sposa, ancora, si conferma la tendenza alla “separazione”: brutto gioco di parole, discorrendo di nozze, ma, in questo caso, lo si può definire di indiscutibile utilità.

Si è indecise su quale modello corto indossare? La possibilità di separare la gonna dalla sopraogonna o viceversa gioca a proprio favore, avendo la possibilità di sfoggiare prima un abito da sposa più classico e poi un minidress seducente, ideale per scatenersi al ricevimento successivo alla cerimonia.

Ad esempio, è il caso del modello Melle De Volute di Pronuptia: si tratta di un romantico abito da sposa in due pezzi, dal corto asimmetrico si toglie la sopragonna in tulle e si ottiene un grazioso minidress in pizzo, dallo scollo a cuore senza spalline.

Abiti da sposa 2015 in corto? Per l’anno prossimo resta solo l’imbarazzo della scelta verso cui orientare la decisione per il proprio giorno più bello.

Richiedi appuntamento